Due terremoti a Napoli, la colpa è di…Cavani!

Posted on → Nov 25, 2011 @ 16:00

0



È il caso di dire terremoto-Cavani (anche se con la parola sisma dalle parti degli inquieti Campi flegrei si scherza pochino). I sismografi del dipartimento di Scienze Fisiche della Federico II di Napoli martedì sera hanno registrato brusche oscillazioni in esatta corrispondenza con i gol segnati dal Matador nella partita di Champions contro il Manchester City. Ad inchiodare gli «scettici» è l’immagine del sismogramma diffuso dal blog del giornalista Gianluca Di Marzio (gianlucadimarzio.com), gentilmente concesso dallo stesso dipartimento universitario.

I «PICCHI» – Due picchi toccati in occasione della prima svirgolata di testa su angolo di Lavezzi (al 17′) e dopo la precisa stoccata che ha impallinato Hart al quarto minuto della ripresa. «È un fenomeno che i residenti del quartiere di Fuorigrotta conoscono, loro malgrado, molto bene – dice il professor Aldo Zollo, ordinario di sismologia dell’ateneo federiciano – Abbiamo registrato oscillazioni simili anche nel dorso del match col Villarreal. Per non parlare dei tempi di Maradona in cui il san Paolo era anche più capiente (80mila spettatori, ndr). Si tratta – argomenta – di vibrazioni indotte dal movimento simultaneo di un gran numero di persone…». Eh, sessantamila tifosi che scoppiano di gioia. «…La vibrazione è tale da propagarsi facilmente anche a notevole distanza».

Fonte: Corriere del Mezzogiorno

Posted in: News