Al San Paolo arriva Aguero: lo manda Diego

Posted on → Nov 22, 2011 @ 12:18

0


Ieri a Napoli è stata listata a lutto la piccola bacheca in via San Biagio dei Librai nella quale è conservato un capello «originale» di Diego Armando Maradona. Un modo per commemorare la morte di Dalma Salvadora Franco, la madre del Pibe de Oro. Stasera al San Paolo, nello stadio che più di ogni altro ha ispirato il talento del celebre suocero, Sergio Aguero avvertirà un’emozione particolare. Giocare da queste parti per lui è un sogno che si avvera: «Non vedo l’ora di scendere in campo», dichiara il Kun prima cheMancini ne freni gli entusiasmi affermando che non ha ancora deciso se schierarlo titolare. Alla fine Aguero dovrebbe vincere il ballottaggio con Dzeko (anche se circola una clamorosa voce: fuori il Kun e dentro Nasri con Balotelli centravanti).

SIMPATIE NAPOLETANE –  Un’occasione del genere non capita tutti i giorni. Aguero si aspetta un accoglienza particolare dal pubblico di Fuorigrotta perché, pur essendo un avversario molto temuto, per i napoletani è innanzitutto il genero di Maradona: «Magari mi guarderanno con un pizzico di simpatia in più rispetto ai miei compagni. Con Diego negli ultimi giorni non ho parlato di questa partita per via delle vicende personali che lo hanno colpito. Gli mando un forte abbraccio». Da ragazzino, il Kun ha visto e rivisto i filmati di Maradona in maglia azzurra: «Capitava spesso. So che qui lui gode della stessa considerazione che ha inArgentina. Spesso mi ha raccontato l’affetto che la gente ha nei suoi confronti».

RISPETTO PER IL CITY –  Il sogno dei tifosi del Napoli sarebbe quello di vedere Aguero un giorno alla corte del presidente De Laurentiis. Un’ipotesi affascinante, anche se difficilmente percorribile per via del costo del cartellino del giocatore e dell’ingaggio che percepisce dallo sceicco Mansour. Di conseguenza, il Kun spegne sul nascere ogni ipotetica chiacchiera di mercato: «È una questione di rispetto nei confronti della mia società. Io non ho mai chiesto a Lavezzi di seguirmi a Manchester. Non sarebbe giusto. E poi quando ci ritroviamo nella Seleccion non parliamo di queste cose. Piuttosto vorrei rappresentare per il City quello che Maradona è stato per il Napoli. Con questa maglia posso vincere tutto».

VERSO GLI OTTAVI – Acominciare dalla Champions. La sfida sarà decisiva per la qualificazione agli ottavi. Il Napoli dovrà cercare il successo, il City invece potrà giocare per due risultati su tre e sfruttare l’arma del contropiede. Aguero negli spazi sa essere devastante. All’andata, il suo connazionale Campagnaro riuscì a limitarlo. Stavolta il Kun non intende rimanere a secco. Un gol nello stadio che fu di Maradona per lui sarebbe il massimo. La dedica per la sua compagna Giannina, la seconda figlia del Pibe, è pronta.

 

Fonte: GdS

Posted in: Rassegna stampa