Mancini: “Al San Paolo il mio ricordo più bello”

Posted on → Nov 21, 2011 @ 20:20

0



Il Manchester City targato Italia arriva al San Paolo tra il grande scetticismo dei media britannici, che fanno a gara a mettere in guardia i tifosi in partenza da Manchester. Per loro Napoli e il San Paolo sono un pericolo. E anche se lui farebbe di tutto per non darlo a vedere, anche Mister Mancini giudica Napoli, inteso come ambiente, e il Napoli di Mazzarri un vero e proprio pericolo, ma questa volta sportivo. La formazione, il tecnico degli inglesi per ora la tiene per sé. Tanti i giornalisti inglesi presenti alla conferenza stampa del tecnico jesino, insieme al “Kun” Aguero. E’ proprio il genero del grande Diego ad aprire la conferenza stampa. Ecco quanto evidenziato da Napoli Sport News: «Gioco nello stadio di Maradona e ne sono contento. Sto bene e penso che sarà divertente giocare qui dove Diego ha regalato tante emozioni. Non so se mi tratteranno meglio rispetto ad altri avversari, solo perchè sono vicino a Diego. Magari è un vantaggio, ma io spero che mi trattino come si deve ovunque per come gioco e per quello che faccio in campo per la mia squadra. Se mi chiedete se penso a ripetere per il City quello che Maradona ha fatto per il Napoli, rispondo che è chiaro che vorrei farlo, ma quello che voglio ora è che tutto il Manchester City cresca e vinca tanto».

Roberto Mancini predica relax e dice che per lui Napoli è bellissima da vedere prima di una gara importantissima da giocare. Per l’allenatore italiano qui al San Paolo si deve parlare solo di calcio: «I problemi possono succedere ovunque, e la sfida al Napoli è una bellissima occasione di calcio. La squadra, nonostante giochi ogni tre giorni, come del resto fa il Napoli, sta bene e giocherà come sempre. Non conta avere il vantaggio di due risultati su tre. Il Napoli è una grande squadra con un grande allenatore. Siamo vicini agli azzurri molto di più di quanto lo siamo al Barcellona e il Real Madrid. Loro sono in grande crescita. Per il City comunque l’idea è sempre quella di portare a casa il risultato pieno. Qui a Napoli ho ricordi bellissimi delle sfide con Maradona. Ora più che mai gli sono vicino per la perdita della cara mamma».
In chiusura sulla possibilità di vedere Balotelli titolare, il Mancio risponde: «Non so se giocherà. Quello che so è che tutto quello che sta facendo è merito suo. E può fare ancora tanto!».

l Manchester City targato Italia arriva al San Paolo tra il grande scetticismo dei media britannici, che fanno a gara a mettere in guardia i tifosi in partenza da Manchester. Per loro Napoli e il San Paolo sono un pericolo. E anche se lui farebbe di tutto per non darlo a vedere, anche Mister Mancini giudica Napoli, inteso come ambiente, e il Napoli di Mazzarri un vero e proprio pericolo, ma questa volta sportivo. La formazione, il tecnico degli inglesi per ora la tiene per sé. Tanti i giornalisti inglesi presenti alla conferenza stampa del tecnico jesino, insieme al “Kun” Aguero. E’ proprio il genero del grande Diego ad aprire la conferenza stampa. Ecco quanto evidenziato da Napoli2000.com: «Gioco nello stadio di Maradona e ne sono contento. Sto bene e penso che sarà divertente giocare qui dove Diego ha regalato tante emozioni. Non so se mi tratteranno meglio rispetto ad altri avversari, solo perchè sono vicino a Diego. Magari è un vantaggio, ma io spero che mi trattino come si deve ovunque per come gioco e per quello che faccio in campo per la mia squadra. Se mi chiedete se penso a ripetere per il City quello che Maradona ha fatto per il Napoli, rispondo che è chiaro che vorrei farlo, ma quello che voglio ora è che tutto il Manchester City cresca e vinca tanto».

Roberto Mancini predica relax e dice che per lui Napoli è bellissima da vedere prima di una gara importantissima da giocare. Per l’allenatore italiano qui al San Paolo si deve parlare solo di calcio: «I problemi possono succedere ovunque, e la sfida al Napoli è una bellissima occasione di calcio. La squadra, nonostante giochi ogni tre giorni, come del resto fa il Napoli, sta bene e giocherà come sempre. Non conta avere il vantaggio di due risultati su tre. Il Napoli è una grande squadra con un grande allenatore. Siamo vicini agli azzurri molto di più di quanto lo siamo al Barcellona e il Real Madrid. Loro sono in grande crescita. Per il City comunque l’idea è sempre quella di portare a casa il risultato pieno. Qui a Napoli ho ricordi bellissimi delle sfide con Maradona. Ora più che mai gli sono vicino per la perdita della cara mamma».
In chiusura sulla possibilità di vedere Balotelli titolare, il Mancio risponde: «Non so se giocherà. Quello che so è che tutto quello che sta facendo è merito suo. E può fare ancora tanto!».

Posted in: Interviste